Grafica Alta leggibilità Solo testo Change language

TORINO GREEN AIRPORT

21,0°C | 69,8°F

Acque

Nel 2022 i prelievi idrici dell’Aeroporto di Torino si attestano a mc 136.100 mc di cui mc 114.389 prelevati dalla rete pubblica dell’acquedotto e 21.711 mc dai pozzi presenti sul sedime aeroportuale. Il consumo complessivo risulta comunque in aumento rispetto agli anni passati, caratterizzati dall’emergenza sanitaria legata al COVID-19, che hanno visto il raggiungimento di valori minimi in termini di traffico aereo, di passeggeri e di utenti terzi. La frequenza di lettura dei contatori ai punti di consegna dalla rete idrica principale resta mensile per consentire di individuare i consumi idrici anomali.

La gestione delle acque superficiali si basa su un reticolo di canali di raccolta, esteso a tutto il sedime aeroportuale, e sull’utilizzo di vasche di prima pioggia per il trattamento delle acque raccolte sulla pista di volo. La salvaguardia delle acque superficiali è garantita dall’impianto di separazione degli idrocarburi (disoleatore) che ha la funzione di trattare le acque meteoriche provenienti dai piazzali aeromobili.

Il collettore est e l’adeguamento della zona di RESA sud hanno consentito di migliorare la separazione tra la rete di raccolta delle acque meteoriche e i canali irrigui che attraversano il sedime, oltre che aumentare l’efficienza di funzionamento delle vasche di prima pioggia.

Article img